Cerca nel blog

i Quaderni di Bandiera Rossa "La Guerra Dimenticata: Il Carnaio del Mondo Musulmano" di Riccardo Achilli
.

giovedì 29 agosto 2013

Dead man walking, di Renato Costanzo Gatti



di Renato Costanzo Gatti

Berlusconi è un cadavere ambulante.
Mi chiedo chi tra i suoi seguaci, esclusi quelli fascinati dalla ascesi mistica, scommetterebbe un euro sul futuro politico del cavaliere, e quindi sul proprio futuro politico, se rimanesse legato a lui.
Il 25 agosto ad Arcore, secondo me, è stata votata una mozione come quella di Grandi che nella notte del gran consiglio defenestrò il duce.
In questa situazione occorre essere freddi e calmi.
Non esiste un governo possibile con i numeri che ci sono oggi in Parlamento, l’alleanza PD-PDL, così com’è, non ha oggi futuro; un governo PD-5* fa venire i brividi ( quand’anche fosse possibile); altre soluzioni non se ne vedono.

Non rimane che pensare ad un governo di scopo con il solo compito di fare la legge elettorale ed affrontare il tema degli esodati e dei cassintegrati in deroga. Pare estremamente difficile ipotizzare una legge elettorale condivisa, tuttavia si può anticipare che, così stando le cose, vada accantonata l’idea di una legge elettorale che riguardi un sistema unicamerale; ipotesi che avrebbe facilitato le cose, ma che comportando una riforma costituzionale, non è oggi proponibile. Ci si può aspettare una legge che elimina il premio alla camera (almeno nelle misure oggi dichiarate incostituzionali) e che quindi, sia alla camera come al senato renderà ancor più difficile la formazione di una maggioranza.
Sembra poter prevedere che l’esito delle elezioni (semprechè non si forzi un voto con il porcellum fondato sui sondaggi elettorali) ci lascerebbe nella situazione di impasse in cui ci troviamo ora.
E’ su questa prospettiva che la mozione Grandi del 25 agosto 2013 assume una dimensione rilevante. L’azione di defenestramento del cavaliere apre la prospettiva di una nuova diversa alleanza tra Pd e PDL. Si tratta di valutare come porci di fronte ad una simile prospettiva.
Come sinistra non abbiamo alternative; non possiamo contare su uno spostamento a sinistra del PD e se ci fosse, andrebbe verso lo sterile terreno pentastelluto; non possiamo contare neppure su un grande soggetto politico socialista capace di far parte di una maggioranza di governo, e men che meno su posizioni egemoni. Non rimane che la realistica presa d’atto che l’unica maggioranza possibile rimane questa nuova alleanza tra PD e PDL senza Berlusconi e senza relativi falchi.
Possiamo confondere l’analisi fredda con quanto desideriamo? Possiamo confondere il desiderabile con il concreto? Se lo facessimo faremmo in modo che un errore di analisi assurgesse ad un errore strategico.
Chiudersi ad una soluzione possibile, aprendo una fase di instabilità politica, si riverserebbe sul fatidico spread che comincerebbe a risalire fino a quota 500. Non possiamo adagiarsi su un tanto peggio tanto meglio, ma dobbiamo chiederci come potremmo essere più incisivi, positivamente incisivi nella situazione data. Le elezioni tedesche del 22 settembre stringeranno i tempi sulle sorti dell’Europa e dell’euro, o troviamo una strategia condivisa o ne saremo travolti, senza neppur aver cercato di interpretare il corso della storia.

L’inganno che potremmo propinarci prospettando una soluzione inattuale ed impercorribile, costituirebbe un ulteriore contributo all’afasia della sinistra.
Più terribilmente concreto sarebbe la presa d’atto di una nuova alleanza che non la ricerca infruttuosa di maggioranze diverse ed irrealizzabili: presa d’atto che ci affidi il compito di una opposizione che punti ad una pulizia radicale del modo di far politica, alla costruzione di scelte razionalmente determinate, insomma non di un pietoso salvataggio della patria, ma di un percorso di profonda rifondazione della politica.

Gli elementi di socialismo? Saranno tutti nella nostra capacità di tessere la tela. Non so vedere strade alternative, ma ciò è un mio limite che potrà benissimo essere rimosso con le controproposte di chi mi vorrà corrispondere. 

Nessun commento:

Stampa e pdf

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...