Cerca nel blog

i Quaderni di Bandiera Rossa "La Guerra Dimenticata: Il Carnaio del Mondo Musulmano" di Riccardo Achilli
.

giovedì 12 marzo 2015

UNA GRANDE ASSEMBLEA COSTITUENTE DEL SOCIALISMO ITALIANO il 29 MARZO A ROMA





UNA GRANDE ASSEMBLEA COSTITUENTE DEL SOCIALISMO ITALIANO il 29 MARZO A ROMA


I Socialisti provenienti da tutta Italia, riuniti domenica 15 febbraio a Roma, nelle assemblee tenute in contemporanea presso le Sezioni socialiste di S.Saba e della Garbatella, organizzate dalla “Lega dei Socialisti”, dalla “Rete Socialista-Socialismo europeo”, dalla “Federazione per il Socialismo” e dalle componenti del P.S.I. “Sinistra socialista” e “Iniziativa socialista”, hanno convocato, insieme, per domenica 29 marzo, a Roma, presso l'Auditorium della C.G.I.L., in via dei Frentani, dalle ore 10 alle ore 17, una grande ASSEMBLEA COSTITUENTE DEL SOCIALISMO ITALIANO.
Lo scopo dell’assemblea è quello di unificare, in una sola soggettività organizzata, tutto l’universo delle associazioni socialiste interne ed esterne al P.S.I. che vogliono contrastare qualsiasi forma di annullamento del Socialismo italiano nelle file del P.D. e che intendono partecipare, con la propria identità, al progetto della costruzione di una nuova Forza della Sinistra italiana in grado di lavorare ad una prospettiva di trasformazione socialista e democratica della Società italiana di fronte alla crisi economica e sociale che sta sconvolgendo l’intero sistema Paese, mettendone a rischio la stessa tenuta democratica.

Le ragioni di questa iniziativa per la riaggregazione di una forza Socialista, necessaria a dare impulso ad un più ampio processo di ricostruzione della Sinistra Italiana, affondano le loro radici negli atti politici costituivi della rifondazione della componente nel PSI della Sinistra Socialista ,nel gennaio del 2010, e della Lega dei Socialisti , nell'ottobre del 2010.

L'idea chiave di tutto questo nostro lavoro politico è ben riassunta da queste pochi concetti in essi espressi :
"Siamo Socialisti convinti che la crisi delle economie dei paesi sviluppati abbia ormai assunto i caratteri di una vera e propria crisi di sistema, in grado di minare la fiducia collettiva in un futuro caratterizzato dai livelli di garanzie sociali finora conosciuti, e di minacciare la stessa tenuta democratica delle società occidentali.
La Sinistra Democratica, di fronte all'esaurimento definitivo delle idee-forza liberiste attorno a cui l’occidente ha consolidato gli equilibri di potere che hanno guidato i processi economici, finanziari e sociali, responsabili della crisi, deve necessariamente rivedere la propria impostazione culturale e programmatica, non più adeguata alla profondità della crisi che sta coinvolgendo il capitalismo finanziario a livello globale.
La Lega dei Socialisti  e la Sinistra Socialista si sono costituite per lavorare ad una ristrutturazione di tutta la Sinistra Italiana nel quadro del processo in atto di rifondazione del Socialismo Europeo, assumendo una concezione del riformismo socialista nuovamente proiettata a perseguire una trasformazione strutturale degli assetti economici e sociali che possa consentire di individuare un diverso modello di sviluppo, diversi parametri di riferimento della qualità della vita della società, e nuove regole di controllo sociale delle variabili economiche.
Il processo costituente di una nuova forza della sinistra, in cui noi crediamo , deve  quindi costruire una forza Socialista  che abbia un profilo riformatore  dai caratteri di programma molto radicali, totalmente autonoma culturalmente dagli schemi mentali e dalle suggestioni del modello neo-liberista, ed antagonista al sistema neo-finanziario dei processi di creazione della ricchezza. Una forza politica che ricostruisca la Sinistra, libera del tutto da ogni condizionamento dei poteri forti che costituiscono i soggetti attuatori sovranazionali del modello economico dominante , alternativa al quadro esistente ed in grado di reggere con energia ed intelligenza un ruolo di opposizione , ma in condizione di assumersi ,se ne dovessero creare le condizioni , le responsabilità di una politica di governo".

Il 29 Marzo, a Roma, sulla base di questa  nostra concezione dei compiti attuali del Socialismo Italiano  vogliamo discutere insieme a tutti i Socialisti un progetto per la costruzione di una nuova forte identità riformatrice della sinistra italiana, autonoma ed alternativa, in grado di dare rappresentanza ad un nuovo grande blocco sociale interessato ad una trasformazione democratica e socialista dei rapporti sociali, ed ai movimenti reali che nella società  già ne costituiscono una anticipazione. Una forza Socialista rinnovata nei suoi programmi e nei suoi gruppi dirigenti, in  grado di riunificare, attorno ad un progetto di governo alternativo al modello di sviluppo liberista e finanziario che ha portato al collasso le economie sviluppate e sta minacciando alle radici la nostra democrazia, tutte le forze della sinistra che vogliono opporsi al programma politico di cui è espressione il Governo Renzi , e, più in generale, vogliono contrastare le politiche recessive, e monetariste che attuano i dettami delle tecnostrutture economiche e finanziarie che attraverso la gestione dei mercati finanziari  determinano gli indirizzi che reggono ed uniformano gli equilibri ed i modelli economici e sociali dell'economia globalizzata, e che puntano a ridefinire gli aspetti istituzionali di tutte le grandi democrazie dell'occidente sviluppato attraverso una  restrizione degli spazi di  gestione democratica dei momenti esecutivi , e la progressiva disarticolazione e delegittimazione della rappresentanza politica delle società civili  con tutti i suoi corpi intermedi, per tentare di stabilizzare e governare i processi di stagnazione e di bassa crescita che si prospettano nel futuro.

La Sinistra Socialista e la Lega dei Socialisti, insieme ai compagni della Federazione per il Socialismo e della Rete Socialista, esprimono una grande preoccupazione per la complessiva subalternità della sinistra italiana, e di tutti i paesi deboli dell'Unione Europea,  ai processi economici e sociali indotti dai tentativi di ristrutturazione  in atto del modello finanziario  bancario e monetario che continuano a regolare  i rapporti economici dell'occidente sviluppato, nonostante la crisi di sistema che ha portato al corto circuito  le economie del mondo sviluppato, e ritengono indispensabile che la sinistra  reagisca riassumendo una nuova  capacità progettuale per la individuazione di un diverso e più equo modello di sviluppo e di crescita, qualitativamente diverso ed alternativo, e fondato su un pieno recupero di sovranità degli stati fino al completamento definitivo della ricostruzione di istituzioni  europee di tipo federale  e democratico in cui la sovranità sui  processi economici e sociali ed i percorsi normativi torni nelle mani dei cittadini. Siamo assolutamente convinti che la rinascita di una autentica nuova  forza della Sinistra, che abbia una nuova forza Socialista con queste caratteristiche essenziali come centro propulsore del suo processo costituente, possa divenire, con  tutta la  sua  forza progettuale fondata sulla rigenerazione della propria autonomia culturale dai modelli dominanti ed egemoni, il fattore essenziale per recuperare una dimensione autenticamente democratica dei processi sociali, è l'elemento essenziale per la difesa di una visione sostanziale della stessa natura democratica del nostro sistema paese, sopratutto in ragione della sua capacità di rendere  possibile la ricostruzione di un sistema politico fondato sulla rappresentanza degli interessi reali di tutti i ceti tradizionalmente subalterni, di quelli ora esclusi da prospettive di crescita ormai divenute inesistenti, e da tutte le enormi fasce di società frustrate dal naufragio delle loro aspettative di mobilità sociale, che costituiscono la parte maggioritaria del paese, attraverso la rilegittimazione di un  progetto politico di cambiamento degli assetti  sociali esistenti, in grado di tradurre la domanda sociale che essi esprimono in un compiuto disegno di governo.

Sulla base di queste linee guida vogliamo quindi riunificare l'universo sparso del Socialismo Italiano in una sola soggettività politica e portarlo ad essere forza determinante e decisiva della rinascita della intera Sinistra Italiana .





Nessun commento:

Stampa e pdf

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...